Fra poco nelle sale uscirà il colossal Southpaw, storia di un pugile mancino, i mancini hanno sempre evocato, affascinato e intimorito per il loro modo poco ortodosso di muoversi in combattimento. Nei precedenti articoli La Mano del Diavolo pt1 e La Mano del Diavolo pt2 abbiamo analizzato il perché i mancini esistono e se esiste o meno la cosiddetta Ipotesi del Combattimento, il presunto vantaggio che avrebbero in uno scontro fisico.

Come possiamo quantificare un eventuale vantaggio?

manny-pacquiao-1024

Manny Paquiao

Fondamentalmente ci sono tre modi per quantificare il vantaggio dei Mancini
– Guardare la popolazione dei Fighter e vedere se sono sovra rappresentati rispetto alla normale popolazione dei mancini
– Guardare chi vince più spesso in uno scontro testa a testa mancino vs destro
-Confrontare i numeri nelle prestazioni fra un mancino ed un destro e vedere se differiscono

k1_crocop_hunt_facekick

Mirko “Crocop”

Per semplicità prenderemo in esame solo e unicamente la guardia di partenza senza soffermarci su chi cambia la propria guardia durante il match o chi non è un reale mancino ma combatte per i più svariati motivi in una guardia non sua, questo sarà argomento di un futuro articolo.
Le statistiche ci dicono che solo il 10% della popolazione mondiale è mancina.
Sappiamo però che in più di 1500 match in UFC dal 2006 al 2013 troviamo il 20% dei Fighter mancini.
La popolazione di Mancini in UFC è il doppio di quella mondiale!
Dal 2013 ad oggi la percentuale è addirittura salita arrivando al 22%
Il 22% dell’intero roster UFC è costituito da mancini
!
Questa percentuale rimane invariata se andiamo ad analizzare gli atleti in Top Ten di ogni categoria di peso, gli atleti UFC rappresentano l’elite dei Fighter di MMA, quelli in Top Ten l’Elite dell’Elite fra loro sempre il 22% è rappresentato da mancini.
In uno sport come le MMA i mancini hanno un’incidenza più che doppia rispetto a quella riscontrabile normalmente nella popolazione, 22% contro il normale 10%

Ora andiamo a vedere invece in uno scontro diretto quanto l’essere mancino può essere un vantaggio, anche qui ci affideremo ai numeri che non mentono mai
Presa la stessa popolazione di atleti vedremo come l’essere un mancino costituisca un vero e proprio vantaggio alla pari dell’allungo o del fattore anagrafico (argomento di prossimi articoli); Ho preso in esame solo gli scontri diretti mancino vs destro: un mancino contro un destrimane vincerà nel 57% dei casi!

Possiamo quindi affermare che i mancini sono sovra rappresentati nella popolazione totale dei fighters e addirittura hanno più probabilità di vincere in uno scontro diretto!
Per quantificare questo vantaggio basti pensare che è lo stesso che avrebbe un atleta con 6-7 cm di vantaggio nell’allungo

Abbiamo appurato che i mancini hanno un vantaggio…ora c’è da capire come questo vantaggio funzioni!
Lo faremo nel prossimo ed ultimo articolo fra una settimana

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata