Dopo l’esito controverso del match di venerdì scorso tra Alessio Sakara e Dib Akil a FFC 19 di Linz terminato per resa del libanese, Abbiamo intercettato Akil per avere la sua versione dei fatti, ecco le riposte del libanese in esclusiva a MMA-Europa!

Salve Signor Akil, ci aiuta a far chiarezza su cosa è successo esattamente l’altra sera durante il match contro Alessio Sakara ad FFC 19?

Ho iniziato il match in attacco, l’ho colpito bene con calci e pugni. Poi Sakara mi ha portato a terra, quando ho subito la monta e ho appoggiato la mano mi sono accorto di avere il polso rotto. Avrei fatto di tutto per continuare ma non ho potuto.

In base a quello che ci sta dicendo, quello che è accaduto a lei sembre una situazione simile a quella dello scorso match di Alessio Sakara contro Maciej Browarski, chiederà anche lei un no contest?

Lo considero un no contest, si. Se mi proponessero un rematch accetterei subito.
Tutti hanno visto quel che ho fatto. In quattro o sei settimane ricomincerò ad allenarmi e sarò pronto. Intanto congratulazioni ad Alessio è una persona forte. Io ho un cuore da leone se dico che combatto combatto. Se Sakara fosse disponibile io sarò pronto per il nouvo Gala FFC

Pensa che Sakara accetterà un altro incontro?
Non lo sto sfidando, ma solo congratulando con lui. Per me è tutto a posto ha la mia stima come atleta e come uomo.

di Maria Vittoria Colonna

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata