MVC (Maria Vittoria Colonna) vince allo STORM Fight Night di ieri sera ai punti (Dec Un 30-27; 29-28; 29-28) contro la fortissima Judit Levi!

Confermando le aspettative della vigilia, le due Strawweight hanno dato vita ad uno dei più begli incontri di MMA Femminili mai visto fino ad ora in Italia.

Entrambe quotatissime striker, MVC Campionessa Italiana di kick boxing dal 2009 al 2012 e vice campionessa mondiale di MMA IMMAF nel 2015, Judit Levi Campionessa Francese di Muay Thai nel 2012 e bronzo al mondiale WMF

Le sue si sono battute nel terreno ad entrambe più congeniale infiammando il pubblico e regalando agli spettatori un match che si è tenuto quasi esclusivamente in piedi

stormcip7

Scambi durissimi fra le due con la francese che nel primo round riesce a portare a terra MVC che risponde prontamente con delle forti gomitate da sotto ed un tentativo quasi chiuso di armbar. Da lì in poi un susseguirsi di scambi e di incroci in piedi che hanno fatto più volte sussultare il pubblico, diretti destri e montanti al volto violentissimi della Colonna che piazza anche due forti ginocchiate al volto della transalpina facendola diventare una maschera di sangue.

 

(foto di Marco Cipriani)

Le combattenti scambiano colpo su colpo con MVC più mobile che colpisce di rimessa ogni volta e punisce la Levi che ormai respira a bocca aperta visto l’evidente fuoriuscita di sangue. Un match entusiasmante ed equilibratissimo ed un coraggio incredibile delle due che hanno tenuto col fiato sospeso tutto il pubblico fino al verdetto finale!

foto di Sascha Athos Proietti

foto di Sascha Athos Proietti

Il match verrà presto riproposto in TV su FIGHT NETWORK Italia

Nella stessa serata Federico Pasquali si aggiudica il torneo ed il titolo della divisione welterweight IMMAF finalizzando alla prima ripresa Alessandro Bruni e battendo per KOT sempre alla prima Gianfranco Reiti. Pasquali come tutti gli altri IMMAF con le loro prestazioni evidenziano ancor di più l’incredibile salto tecnico che stanno facendo i dilettanti. Bravo Pasquali sentiremo presto riparlare di lui, altri atleti vogliono quella cintura!

Nella stessa serata Alessandro Costantini vince contro Massimiliano Santoro dell’Hammer team di Mauro Cerilli un match molto intelligente, proietta ad ogni round Santoro e lo immobilizza a terra annullandolo totalmente, solo in un caso Santoro con un bellissimo high kick ha rischiato il colpo grosso.

Edoardo Corsi Elbano viene col suo manipolo di isolani a pretendere il suo posto al sole nelle MMA dilettantistiche
“Noi veniamo dall’Isola d’Elba – ci dice Vincenzo Labroca, il suo Coach – siamo un po’ isolati da tutto ma questo ragazzo ha tanta voglia di combattere!” Ed infatti raccoglie la sua occasione e fa vedere di che pasta è fatto vincendo il suo match ai punti contro Emanuele Pazienza, i giovani crescono, il movimento delle MMA Italiane pure

Simone Cristini è opposto ad Andrea Capraro che parte furioso, sulla carta è lui l’under dog i due si sono già affronti alla recente coppa Italia della FIGMMA, Capraro vuole la sua rivincita e quasi riesce nel colpaccio ma Cristini tira fuori dal cilindro una bellissima ghigliottina che lo costringe alla resa. Bravi entrambi

Cutar Ghera piazza un ko pazzesco a Kevin Rivera incrociandolo su un low kick, seconda vittoria consecutiva per il Moldavo Ghera dopo quella del Fighs & Bikes, questo ragazzo proietta forte ma ha anche le mani pesanti!

Siamo giunti quasi alla fine della serata ed entrano nell’ottagono dello STORM due dei migliori 70 chili romani
Devid Di Porto del Furor Belli opposto a Stefano Maggi del Team Nicosia. Di Porto parte bene ma incappa in una ghigliottina di Maggi a cui deve arrendersi

“La missione dello STORM è proprio questa – ci dice Fabio Ciolli, uno degli organizzatori e capo allenatori dell’Hung Mun –  fornire ai ragazzi un palcoscenico professionale. Ci sono più atleti che slot disponibili, questo ad esempio era un match molto interessante, due scuole di Roma a confronto, due atleti veramente validi.
Abbiamo tanti ragazzi che vogliono combattere ma non abbastanza eventi per farli crescere e poi far debuttare magari nel professionismo! Come faccio sempre in questi casi attingo alle mie risorse interne e così ho fatto nascere lo STORM esattamente come altri coach: Greg Jackson (allenatore di Jon Jones ndr) con il suo Jackson Invitational o John Kavanag (allenatore di Conor McGregor) ed il suo Cage of Truth. Lo stesso Di Chirico ha iniziato qui! I ragazzi devono crescere, se non creiamo un sostrato di atleti di valore chi saranno i Campioni del Futuro? Lo STORM serve proprio a questo creare un evento professionale che segua esattamente gli standard internazionali e che garantisca tutti i parametri di regolarità e sicurezza ai ragazzi. Solo così riusciremo a far crescere i vari team sul territorio”

Maria Vittoria Colonna (MVC) batte Judit Levi Dec Unanime (30-27, 29-28; 29-28)
Federico Pasquali batte Gianfranco Reiti KOT 1 Round
Stefano Maggi batte Devid Di Porto Sub (ghigliottina) 1 Round
Cutar Ghera batte Kevin Rivera KO (Pugno) 1 Round
Simone Cristini batte Andrea Capraro Sub (Ghigliottina) 1 Round
Federico Pasquali batte Alessandro Bruni Sub (Ghigliottina) 1 Round
Edoardo Corsi batte Emanuele Pazienza Dec Unanime (£0-27; 30-27; 30-27)
Alessandro Costantini batte Massimiliano Santoro Dec Unanime (£0-27; 30-27; 30-27)

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata