Un Atlantico Live stracolmo ha ospitato un solo match di MMA all’interno del torneo Amazing Thailand Fighting Spirit ben organizzato da Gianluca Colonnese. Manolo Scianna (Hung Mun), giovane ma gia affermato fighter  romano ha dominato Ivan Burka, fortissimo lottatore e grappler di livello del Rendoki team di Livorno al termine della prima rispresa.

Un ground and pound devastante e un sapiente uso dei gomiti da parte di Scianna hanno costretto l’arbitro a interrompere l’incontro per KO tecnico.

Ma non sono stati 5 minuti a senso unico: all’inizio del round Burka mette a segno una proiezione e riesce a stabilizzare la side, buoni colpi di gomito dal basso di Scianna rendono però il gioco a terra molto dinamico e dopo diversi scramble di altissimo livello Scianna riesce a tornare a scambiare in piedi, nella difesa di un altro take down di Burka, riesce stavolta a guadagnare la top position e prima dalla guardia, poi dalla mezza guardia e dalla side riesce un ground e pound veramente efficace fatto soprattutto di gomitate molto precise.

Si torna in piedi ma dopo qualche colpo incassato, Burka chiama la guardia, ancora una volta è l’ottimo ground and pound del romano a prevalere dalla greca e da top position, stavolta dopo una quantità infinita di colpi a segno, l’arbitro decreta la fine del match.

Ennesima prova decisiva da parte del giovane dell’Hung Mun di Roma oramai destinato anche lui ad una carriera internazionale.

di Maria Vittoria Colonna

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata